Finisce il campionato dei Giovanissimi 2006

La categoria giovanissimi 2006 chiude l’anno con una partita difficile contro la prima in classifica che nel primo tempo schiaccia la squadra di casa nella propria meta’ campo senza spazi per le ripartenze e dimostrando di meritarsi il primo posto per tecnica e gioco.

Il cambio mister in corsa non è mai facile, soprattutto quando si è innescato un aspetto psicologico che vede la squadra di casa in fondo alla classifica. Tuttavia alla ripresa del secondo tempo, i ragazzi entrano in campo con un atteggiamento completamente diverso; c’è grinta, voglia e determinazione, per 30 minuti non subiscono nemmeno una rete per poi cedere gli ultimi minuti sul piano fisico. Il secondo tempo è una prestazione degna di lode comunque nonostante il risultato.

Non si deve dimenticare che la squadra e’ molto giovane, con innesti 2007 e paga lo scotto di avversari che spesso hanno anche due anni di differenza….e a queste eta’ può voler dire molto.

Nichele : poco può fare contro un avversario nettamente superiore, vola costantemente tra i pali ma l assalto avversario è fuori misura per lui.

Gobbi: difesa tutta in difficoltà, marcature difficili. Ci prova, ci crede e cerca di dare il massimo che puo’.

Bonizzato: centrale difensivo ha un gran lavoro da fare per respingere l’assalto del primo tempo, decisamente meglio nel secondo tempo

Baldovin: è costantemente impegnato dall’avversario, qualche imprecisione sui rinvii lo penalizzano, offrendo qualche ripartenza di troppo da parte dei centrali d’ attacco avversari

Talpo: un guerriero nonostante l’enorne differenza fisica, perde gli scontri diretti solo sulla velocita’, grandissima tenacia e caparbietà.

Ligrenzi: sulla fascia non si vede per tutto il primo tempo, grande voglia nel secondo tempo che gli fa alzare la testa e fare qualche giocata interessante.

Torrazzina: anche per lui un primo tempo in ombra, deve lavorare sulla determinazione perchè le qualità ci sono, deve solo sfruttarle con la giusta grinta e convinzione.

Dal negro: un pò sottotono nell’ inizio gara si riscatta nella ripresa con alcune belle giocate degne dei migliori centrocampisti.

Nikollaj: gioca tutta la partita fuori ruolo, aiutando la difesa per tutto il primo tempo buona parte del secondo, si sacrifica a dismisura, ma quando si trova ad impostare il gioco la squadra ha una marcia in più. Il posto di capitano se lo sta guadagnando partita dopo partita.

Sciarra: buon inizio gara in attacco, subisce fallo e da quel momento fisicamente la schiena lo penalizza. Gioca il secondo tempo in difesa resistendo stoicamente.

Gaggia: entra nel secondo tempo e da un po’ di fiato all’ attacco, con lui in prima punta la palla resta spesso nella meta campo avversaria, gran lavoro di conquista e possesso palla.

Ouhera: grandissima crescita per una fascia che risulta essere una spina nel fianco per la difesa avversaria. Con Nikollaj c’e’ ottima intesa e si vede ad ogni azione.

Cerretti: buon gioco di palla a centrocampo, difficile contrastare avversari fisicamente più prestanti, ma offre ottimi spunti regalando interventi di qualità da cui scaturiscono azioni offensive.

Telemetro: si sacrifica nel secondo tempo giocando in difesa, buona prestazione

Arrigoni: anche lui si sacrifica aiutando il gioco della difesa, anche per lui buonissima prestazione.

Compagnone: gioca poco, sacrificato in panchina, c’è tanto da lavorare ma i minuti di gara lo portano sulla strada giusta

Parladori: gioca poco, e pure lui si sacrifica in panchina, deve crescere ma anche lui necessita di minuti nelle gambe.

Infine, un grazie di fine anno a tutti i genitori, i genitori-dirigenti che non sono mai mancati, che hanno preparato il the, che hanno fatto i guardalinee, che hanno sempre portato i ragazzi agli allenamenti ed alle partite con vero spirito di squadra e di gruppo. Grazie anche ai ragazzi che, nonostante le difficoltà hanno sempre avuto un comportamento impeccabile, Adesso ci si vede alla pizza di fine anno con il nuovo progetto per il 2020 e…nuovi compagni di squadra?

     Paolo Padovani