Ritorno sul campo per il Borgo Trento

Si ricomincia, o almeno ci si prova !

La Polisportiva Borgo Trento, analizzato il lungo documento emanato ai sensi del DPCM del 17/05/20 articolo 1 lettera e), ha elaborato un proprio protocollo operativo completo di allegati che applica tali direttive governative

Il risultato di questo lungo lavoro (per il quale si ringrazia in particolar modo il nostro Responsabile del settore giovanile Ing. Armando Mantovanelli), peraltro inviato anche all’Assessorato dello sport del Comune di Verona è un metodo di allenamento risultante da “ciò che si può fare”.
Certamente molto lontano dagli allenamenti che i ragazzi sono soliti svolgere.

Ma allora perché fare questo test? Per due ordini di motivi:
Ridare ai nostri giovani uno spazio all’aria aperta dove sfogarsi, dopo tante settimane chiusi in casa.
Insegnare loro che al momento “nulla è come prima” e, nello sport come davanti ad un bar, ci sono nuove (e speriamo provvisorie) regole da rispettare e questo rispetto influisce non solo sulla propria condotta, ma anche sull’altrui benessere: ancora una volta, usare lo sport come regola di vita.

I ragazzi dovranno:
arrivare all’impianto sportivo già cambiati, scaglionati e distanziati in un arco di tempo di 30 minuti, dovranno essere muniti di autocertificazione-covid19 fornita dalla società (che li terrà archiviati), non potrà utilizzare gli spogliatoi ma solo i bagni che saranno doverosamente sanificati, verranno sottoposti a misurazione individuale della temperatura, avranno diversi percorsi di entrata e uscita dall’impianto sportivo che sarà rigorosamente chiuso al pubblico e famigliari.

In campo.
I ragazzi saranno divisi in gruppi da 6/8 (ognuno con allenatore con mascherina) e potranno svolgere degli esercizi statici a 2 metri di distanza ed esercizi dinamici (corsa-scatti) a 5 metri di distanza; nessuna partita o partitella, nessun contatto, solo passaggi con la palla a coppia senza che la si possa toccare con le mani.

Mercoledì toccherà agli Allievi, Giovedì a Esordienti e Giovanissimi;
da definire sulla base del test Juniores e Seconda Categoria.

Non è calcio? Forse no, sicuramente no, ma è un momento di transizione verso il calcio che tutti noi conosciamo, un lento cammino per il ritorno alla normalità che speriamo sia prima possibile, per noi come per le altre Associazioni sportive di Verona e provincia che svolgono un lavoro sociale e di volontariato al servizio dei giovani che forse, soprattutto adesso, meriterebbe maggiore attenzione, chiarezza, supporto.

Paolo Padovani – Presidente Asd Polisportiva Borgo Trento